Home > Documenti

  • 2016 MARLINS TIME OF YEAR EVALUATE ...

  • 45 INSIDE 45 EVAN SCRIBNER



























La nostra attività interessa i bacini idrografici in sinistra del fiume Arno, tra Rignano sull’Arno e Marcignana di Empoli nei comprensori di bonifica n.21 (Valdelsa) e n.22 (Colline del Chianti).


Galleria fotografica (3 foto)

In questa sezione è possibile avere una panoramica completa della documentazione relativa al quadro normativo (Normativa europea, Normativa nazionale, Normativa regionale) allo statuto consortile, all’attività tributaria (Piani di classifica, Perimetro di contribuenza, Piani di riparto), ai bilanci e all’attività tecnico-operativa organizzata in programmi triennali, secondo diversi gradi di priorità.

La disciplina in materia è dettata da diverse disposizioni normative di carattere speciale, quali principalmente il R.D. 13 febbraio 1933, n. 215 “Nuove norme per la bonifica integrale”, che, insieme al R.D. 11 dicembre 1933, n. 1775 “Testo unico delle disposizioni di legge sulle acque e impianti elettrici”, ha costituito negli anni ‘30 anche l’ossatura del sistema di gestione delle acque in Italia, dal R.D. 8 maggio 1904, n. 368, di attuazione di un precedente testo unico approvato con R.D. 22 marzo 1900, n. 195, dall’art. 44 della Costituzione, dal Codice Civile agli artt. 857 ss. e dalle disposizioni in materia di gestione di risorse idriche e difesa del suolo ora confluite nel D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale”.

La bonifica è sempre stata una materia polifunzionale, riguardante diversi ambiti quali inizialmente, con la Legge Baccarini, l’ambito igienico e sanitario, poi l’agricoltura e l’ordinamento produttivo dei terreni, l’economia e i lavori pubblici, la difesa del suolo, l’ambiente e la gestione delle risorse idriche e come tale rientra ancora in una pluralità di materie che vedono intrecciarsi competenze esclusive e concorrenti di Stato e Regioni. Tali competenze si concretizzano oggi nell’organizzazione statutaria, nella gestione economico-finanziaria e nella programmazione dell’attività tecnico-operativa del Consorzio, di cui sopra sono riportati i documenti essenziali.

ATTENZIONE
Ai sensi della L.R. 79/2012 il Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale è stato soppresso il 28 febbraio 2014 e a decorrere dal 1 marzo 2014 è subentrato in tutti i rapporti giuridici attivi e passivi, nelle competenze amministrative e territoriali e nelle funzioni di programmazione ed esecuzione delle attività tecnico-operative, il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno.
Per aggiornamenti consultare il nuovo sito internet: WWW.CBMV.IT